Dodici estati e il sole è risorto centinaia di volte. E' facile pensare, è più difficile fermarsi a riflettere con le quattro frecce a bordo strada. Capire quanto fa male lo capisci subito perché è contagioso, è una peste che prende tutto ...Read More

Scrivere un addio non é mai semplice, anzi, non deve esserlo per niente. Per me é la seconda volta, ma la prima volta te l'ho detto a voce, ora lo scrivo, non per codardia, ma perché mi sento meglio a ...Read More

E' strano rivedere foto dopo anni, ti cadono in mano e hanno la pretenziosità di voler far scattare qualcosa. Il più delle volte mi lasciano scocciato, perché in quelle foto non ci sono io ma mio cugino, partito nel 2005 e ...Read More

É difficile raccogliere i pensieri davanti a uno schermo freddo e bianco, ma con la pioggerellina che batte sul tasto e la luce giusta (con tutte le risate che ci ha creato involontariamente una fotografia) diventa subito più semplice. Me l'ero ...Read More

Niente da fare, tra il 18 novembre e il 1 dicembre di ogni anno divento notevolmente più attivo mentalmente e la mia produzione di scritti aumenta a dismisura. Winter winds dei Mumford and Sons e la mia mente vola a metà ...Read More